Il nucleo principale della Masseria San Domenico risale al XV secolo ed è costituito da una torre d’avvistamento appartenente ai Cavalieri di Malta che avevano la loro base principale in Puglia nel vicino porto di S. Stefano.

La Torre tutt’ora intatta con le sue caditoie e fumaiole si erge orgogliosa del suo storico ruolo al centro dell’agglomerato abitativo che man mano andava trasformandosi fino al XVIII secolo diventando una delle più importanti Masserie fortificate della zona.

Il “Massaro” vi abitava tutto l’anno ed era responsabile della conservazione e della difesa del raccolto dei 100 ettari di terreno circostante, costituito da frutteti e per la maggior parte da uliveti. Alcuni di questi ulivi secolari si specchiano con tutto la loro imponenza nella spettacolare piscina fra le rocce che è il fiore all’occhiello dell’attuale destinazione alberghiera della struttura. Essi sembrano delle sentinelle a difesa della tranquillità e della privacy degli osipiti del confortevole hotel il cui servizio di ottimo livello ha permesso dal 2003 di far parte del “The Small Leading Hotels of the World”.