Masseria San Domenico

Un albergo di carattere Contro l’azzurro del cielo si staglia una costruzione di pietre bianche. Con una piscina spettacolare circondata da rocce e piante, in mezzo ad ulivi argentati. Siamo alla Masseria San Domenico. La Masseria, costruita sul litorale, tra Bari e Brindisi, a 500 metri dal mare, è un antica torre di avvistamento fortificata, eretta nel 400 a scopi di difesa contro la minaccia ottomana. Dal 700 al 900, il sito storico si trasforma in centro agricolo. Luogo d’incontro tra Oriente e Occidente, la Masseria possiede tutta la magia delle antiche dimore. Circondata da 100 ettari di ulivi secolari e da frutteti, la proprietà è stata restaurata con gusto, rispettando la struttura dei materiali originali.
Dal 1996, la Masseria San Domenico è diventata un albergo raffinato, che fa eco ed onore alla cultura locale, come ai tempi passati. Il ristorante San Domenico propone specialità regionali, accompagnate da una scelta dei migliori vini prodotti localmente.

Ottimizzare i benefici dell’acqua li mare della Puglia è molto ricco di plancton e contiene un tasso di salinità molto elevato. Grazie alla sua concentrazione di minerali e vitamine, è particolarmente adatto ad una buona rigenerazione dell’organismo umano. L’acqua utilizzata dal centro di talassoterapia della Masseria, estratta a 400 metri sotto il livello del mare, viene filtrata e depurata. In seguito, viene riscaldata da un circuito d’infrastrutture all’avanguardia. Associata alla virtù delle alghe, l’acqua di mare viene usata nei numerosi e diversi trattamenti offerti, in particolare gli idromassaggi e gli impacchi.

Key Point
Depurare l’organismo L’acqua di mare e le alghe sono le materie prime utilizzate nei trattamenti proposti dal centro di talassoterapia, in particolare per le loro virtù equilibranti, defaticanti, tonificanti e (lisi ntossicanti. La loro associazione, nonché il procedimento di cura, stimolano l’assorbimento dei migliori e più naturali elementi del mare.

Inside Out
Masseria In Puglia, le “Masserie” erano centri agricoli di grandi dimensioni, che servivano alla cultura dei campi e dove si conservavano i prodotti. Questi edifici ospitavano diversi lavoratori specializzati nel trattamento della produzione agricola.

Scarica articolo originale in formato PDF