Masseria San Domenico

Cinque stelle lusso insigniscono la Masseria San Domenico, la cui bianca mole si staglia dallo sfondo cobalto del cielo pugliese e del mare Adriatico che dista soltanto 500 metri. Circondata da frutteti e da ulivi, la masseria, sorta attorno a un fortilizio quattrocentesco ampliato nel Novecento, è divenuta nel 1996 un albergo di charme, dove il relax, l’attività fisica e il benessere hanno un ruolo primario, come testimoniano la spettacolare piscina d’acqua salmastra filtrata, il centro Spa-Talassoterapia, il campo da golf a 18 buche, la spiaggia privata riservata agli ospiti. Tra le cure della Spa, il must è proprio la talassoterapia. Fu infatti uno dei primi centri in Italia a praticare il ciclo di trattamenti messo a punto in Francia alla fine dell’Ottocento che sfrutta le proprietà dell’acqua marina per pulire la pelle, rilassare il corpo, tonificare l’organismo. Ricca di sale, potassio, magnesio e plancton, l’acqua di questo tratto di Adriatico agisce sulle cellule grazie a un naturale processo di osmosi, favorendo la circolazione e curando i dolori articolari. Prima di giungere al centro, l’acqua viene attinta dal sottosuolo, a 400 metri di profondità, quindi purificata, filtrata e portata alla temperatura di 37-38 °C, pronta per accogliere gli ospiti in un salutare bagno di calore e vitalità. Si aggiungono poi le alghe che, bollite e micropolverizzate, potenziano con il loro apporto di minerali e vitamine gli effetti dell’acqua. I trattamenti talassoterapici includono anche la Douche d’Evian, o doccia d’effusione, il massaggio a quattro mani con oli essenziali a base di estratti marini, il Thalatherm, un impacco di alghe bollite seguito da 15 minuti di getti caldi d’acqua marina, il Thalgojet con getti d’acqua direzionati su alcune aree del corpo. I prodotti utilizzati per i trattamenti sono delle linee La Prairie, Thalgo e Masseria San Domenico le cui creme sono a base di olio d’oliva biologico.

Scarica articolo originale in formato PDF